Covid, sequenziamento acque reflue: Omicron BA.5 dominante a Cuneo e Novara; BA.5.2 dominante a Torino e Alessandria

0
67
foto: @kurgu128.mail.ru/depotiphotos

Nella 37° settimana del 2022, relativa ai campionamenti del 12 settembre scorso effettuati dagli specialisti del laboratorio di biologia molecolare di Arpa Piemonte, continua ad essere dominante la sottovariante di Omicron BA.5 (Clade 22B) nei depuratori di Cuneo e Novara, mentre, per quanto concerne i depuratori di Alessandria e Castiglione Torinese, la variante dominante risulta essere la sottovariante di Omicron BA.5.2.

In merito alla sottovariante Omicron BA.5, i rilievi effettuati dall’Agenzia regionale per la protezione ambientale confermano la presenza di mutazioni appartenenti alla sottovariante BA.5.2 in tutti i depuratori con frequenze differenti.

In dettaglio, nei quattro depuratori monitorati si osserva:

  • a Castiglione Torinese, la presenza di mutazioni specifiche e univoche a bassa frequenza appartenenti alle sottovarianti BA.5.1.3, BA.5.1.5 e BA.5.3.1.1.1 (BE.1.1);
  • a Cuneo, mutazioni specifiche ed univoche a bassa frequenza per le sottovariante BA.5.1.5, BA.5.2.1 (BF), BA.5.3.1.2 (BE.2);
  • a Novara, la presenza di mutazioni specifiche ed univoche a bassa frequenza appartenenti alle sottovarianti BA.5.1.5, BA.5.2.1 (BF), BA.5.3.1 (BE) e BA.5.3.1.2 (BE.2);
  • ad Alessandria mutazioni specifiche ed univoche a bassa frequenza appartenenti alla sottovariante BA.5.2.1 (BF) e BA.5.3.1.1.1 (BE.1.1).

Per quanto riguarda le mutazioni della sottovariante di Omicron BA.4 e delle sue sottovarianti (Clade 22A), se ne continua a rilevare la presenza nei depuratori di Alessandria, Castiglione Torinese, Cuneo e Novara.

In dettaglio, sono state osservate:

  • ad Alessandria, mutazioni specifiche ed univoche a bassa frequenza appartenenti alla sottovariante BA.4.1.2;
  • a Cuneo, mutazioni specifiche ed univoche a bassa frequenza appartenenti alla sottovariante BA.4.6;

  • a Novara, mutazioni specifiche ed univoche a bassa frequenza appartenenti alla sottovariante BA.4.1.8, BA.4.6, BA.4.7.

Inoltre, si sono osservate mutazioni specifiche e univoche a bassa frequenza della sottovariante di Omicron BA.2.78 nelle acque del depuratore di Novara e una mutazione univoca e specifica a bassa frequenza appartenente alla sottovariante BA.2.12.1.2 (BG.2) nelle acque del depuratore di Castiglione Torinese.

Viceversa, non si osservano mutazioni specifiche per le sottovarianti Omicron BA.2.75 (Clade22D) e BA.3.

Il laboratorio di biologia molecolare di Arpa Piemonte continuerà a monitorare la situazione nelle prossime settimane.