Un antico melting pot ha influenzato l’aspetto fisico e la fisiologia degli europei di oggi

0
140

Uno studio appena pubblicato sulla prestigiosa rivista Current Biology descrive l’impatto che le antiche migrazioni avvenute in epoca Neolitica hanno avuto sulla fisiologia e sull’aspetto degli europei contemporanei. La ricerca è stata condotta dal ricercatore dell’Università di Torino Davide Marnetto e dal Prof. Luca Pagani dell’Università di Padova.

La maggior parte del patrimonio genetico europeo è stato plasmato da migrazioni avvenute negli ultimi 10.000 anni, quando i cacciatori-raccoglitori locali si sono mescolati con gli agricoltori neolitici in arrivo dall’Anatolia e con i pastori delle steppe. Queste popolazioni sono state separate per migliaia di anni e si sono evolute in direzioni diverse e, in seguito a questo incontro, il loro DNA, o genoma, è entrato in contatto mescolando le varianti genetiche che li caratterizzavano.

L’articolo completo su www.unito.it