L’importanza di controllare la diffusione di SARS-CoV-2 negli animali

0
236

Era la notizia che Sophie Gryseels temeva da mesi. A quasi un anno dall’inizio della pandemia, nello Utah un visone apparentemente sano è risultato positivo al SARS-CoV-2 . Prima di quel momento non si conosceva nessun caso di animali in libertà che avessero contratto il virus, anche se i ricercatori avevano tenuto gli occhi ben aperti. “È successo”, ha scritto Gryseels, biologa evolutiva all’Università di Anversa, in Belgio, in una email ai colleghi.

L’articolo completo su www.lescienze.it