I ricercatori delle Università di Aosta e Chieti-Pescara: “Il lockdown ha segnato i più giovani. Depressione nel 74% dei bimbi”

0
317

AOSTA- «Il 90 per cento dei bambini ha sperimentato, almeno una volta nel corso del primo mese e mezzo di lockdown, paura e spavento, e il 74 per cento di essi è apparso, almeno una volta, triste e depresso. I preadolescenti (11-13 anni) hanno sperimentato maggiore labilità emotiva (ad esempio impulsività, scatti di rabbia) e negatività rispetto ai bambini di 6-10 anni». 

L’articolo completo su www.lastampa.it