La pandemia allontana gli animali dagli ospedali piemontesi

0
337

TORINO. Niente da fare. Almeno per ora, e a fino a data da destinarsi, nel perimetro della sanità piemontese continua a mancare all’appello un altro elemento di riabilitazione, oltre che di conforto per i malati: in particolare quelli cronici, i più fragili e vulnerabili. Parliamo degli interventi assistiti con animali (Iaa): un’altra vittima dell’emergenza coronavirus e delle incertezze che continua a generare anche dopo la fine del lockdown, quando la gran parte delle attività bene o male è ripartita.

L’articolo completo su www.lastampa.it